Gas tossici sviluppati dalla combustione

Ossido di carbonio CO : è un gas incolore,inodore,tossico. Lo si trova in quantità notevoli negli incendi sviluppatisi negli ambienti chiusi, scarsamente ventilati. Esso ha una affinità con l'emoglobina 210 volte superiore dell'ossigeno. L'1,3% di CO produce la quasi istantanea perdi di sensi e la morte dopo pochi minuti.

Biossido di carbonio o anidride carbonica CO2: è un gas incolore, inodore, tossico,asfissiante. Si forma sempre in grande quantità in tutti gli incendi. in forte concentrazione provoca l'aumento del ritmo respiratorio. L'aria con il 5% di co2 non è respirabile.

Biosssido di zolfo o anidride solforosa SO2: è un gas incolore, dall'odore pungente, irritante per le mucose degli occhi e delle vie respiratorie. Si produce nella combustione dello zolfo e dei materiali che lo contengono. Esposizioni allo 0,05% sono da considerarsi pericolose anche se breve periodo.

Idrogeno solforato H2S : è un gas incolore, infiammabile, molto tossico, dall'odore di uova marce. Fortemente irritante per le vie aeree e per gli occhi. Allo 0,07% può provocare vomito e vertigini; in percentuali maggiori provoca affanno e poi blocco della respirazione.Bruciando in aria forma anidride solforosa. Non ci si può basare per l'identificazione solo sull'olfatto, perché l'odore scompare dopo le prime inalazioni. Si può formare nelle fogne o ambienti analoghi, nella combustione della lana, gomma, pelli, carne e capelli tutti materiali contenenti lo zolfo.

Ammoniaca NH3: gas moderatamente infiammabile, tossico, di odore pungente irritante per occhi, gola,polmoni. Si forma nella combustione di materiali contenenti azoto: lana, seta, materiali acrilici, fenolici, resine melamminiche. Una esposizione prolungata a concentrazioni superiori 0,5% provocano gravi danni e la morte

Acido cianidrico  o acido prussico HCN : gas altamente infiammabile e tossico, dall'odore di mandorle amare.Causa avvelenamenti per inalazione, contatto della pelle e ingestione. Bastano poche inspirazioni per causare incoscienza e morte.Sintomi : irritazione alla gola, lacrimazione,difficoltà respiratorie, debolezze, capogiro, convulsioni e morte.Se ne riscontra nella combustione incompleta di : lana, seta, resine acriliche, uretaniche e poliamminiche.

Acido cloridrico HCL: gas incolore,tossico, di odore pungente, irritante delle mucose in particolare dei polmoni.Brevi esposizioni ai fumi possono provocare congestione polmonare.Concentrazioni di 1.500 p.p.m sono fatali in pochi minuti.Molto corrosivo dei metalli in presenza di umidità liberando idrogeno gassoso altamente infiammabile.Si sviluppa dalla combustione di materiali contenenti cloro, la quasi totalità delle comuni plastiche.

Biossido di azoto NO2 : gas di colore rosso-bruno, altamente tossico già a percentuali dell'0,05% mortale.Si sviluppa da nitrocellulosa, nitrato d'ammonio e altri nitrati organici.

Aldeide acrilica CH2CHCHO : vapori altamente tossici ed irritanti per le mucose, specialmente occhi. Sopra a 10 p.p.m mortale. Si sviluppa dalla combustione di petrolio, olii, grassi, glicerina sintetica, poliuretano, resine poliestere,erbicidi ecc.

Fosgene COCI2 : gas altamente tossico ( usato 1a guerra mondiale),. Si può sviluppare dal percloroetile usato nei lavasecco, se a contatto con metalli incandescenti.

Fenolo o acido fenico C6H5OH : sviluppato dalla combustione del nylon e bachelite. Igas tossici irritano le mucose specie quelle degli occhi. Gli effetti nocivi sono a carico del sistema nervoso centrale con mal di testa, ronzio, vertigini, respirazione affannosa e polso debole.

Aldeide formica o formaldeide HCHO: si sviluppa dalle resine fenoliche ed amminoplastiche ( piatti e bicchieri) , poliammidiche e poliuretaniche ( cuscini, materassi, imbottiture ecc.). Gas altamente infiammabile e altamente tossico se ingerito o respirato, molto irritante per occhi e mucose.