CLASSE DI PERICOLO

ETICHETTA

PANNELLO

MISURE SPECIALI

ATTENZIONE

1 SOSTANZA ESPLOSIVA  

OLTRE PANNELLO PERICOLO SU FIANCATE E DIETRO ETICHETTA PERICOLO

EVACUARE SE PERICOLO INCENDIO
IMPIEGARE NUMERO MINIMO PERSONE ZONA PERICOLO
DAL RIPARO UTILIZZARE MOLTA ACQUA

PERICOLI

ESPLOSIONE O DETONAZIONE
1.1 PRESSIONE
1.2 SCHEGGE
1.3 FUOCO
GAS INCENDIO FORSE TOSSICI
ZONA 1 ZONA 2
1.1 300m 1.1 1000m
1.2 300m 1.2 1000m
1.3  60m 1.3  300m
1.4  30m 1.4  150m
1.5 300m 1.5 1000m
1.6  30m 1.6  150m
1.1-1.3
1.4
1.5
1.6  

2 GAS

AUTORESPIRATORI E DISPOSITIVI PROTEZIONE INDIVIDUALE
ABBATTERE NUBI GAS CON GETTO FRAZIONATO
IN CASO D'INCENDIO DA ZONA RIPARATA,RAFFREDDARE CONTENITORE E ZONE CIRCOSTANTI
CON FALLE SU CISTERNA NON USARE ACQUA
NON SPEGNERE IL GAS INCENDIATO MA CHIUDERE LA FONTE
METTERE IN SICUREZZA FOGNE E CANTINE
UTILIZZARE SISTEMI RILEVAMENTO GAS
ZONA 1 ZONA 2
300 m 1000 m

ATTENZIONE

UTILIZZARE APPARECCHI ANTIDEFLAGRANTI
CARICHE ELETTROSTATICHE

NON SPRUZZARE NEL GAS LIQUEFATTO, COPRIRE CON SCHIUMA

PERICOLO

MISCELA ARIA- GAS PERICOLO ESPLOSIONE
CONGELAMENTO DA GAS LIQUEFATTI
SCOPPIO CONTENITORE A PRESSIONE
I GAS DELLA COMBUSTIONE POSSONO ESSERE VELENOSI

3 LIQUIDI INFIAMMABILI

PERICOLO

MISCELA ARIA- GAS PERICOLO ESPLOSIONE
I GAS DELLA COMBUSTIONE POSSONO ESSERE VELENOSI
PROPAGAZIONE ATTRAVERSO CANALI,POZZI,FOGNE
IN CASO D'INCENDIO CISTERNA POSSIBILE "BOIL OVER"
PER L'AMBIENTE (LIQUIDI INQUINANTI)
AUTORESPIRATORI E DISPOSITIVI PROTEZIONE INDIVIDUALE
SPEGNERE INCENDIO CON SCHIUMA, RAFFRDDARE IL CONTENITORE E ZONZ CIRC.
IMPEDIRE DISPERSIONE LIQUIDO
COPRIRE IL LIQUIDO CON SCHIUMA
METTERE IN SICUREZZA FOGNE E CANTINE, CORSI D'ACQUA
UTILIZZARE SISTEMI RILEVAMENTO
ZONA 1 ZONA 2
60 m 300m

 

ATTENZIONE

UTILIZZARE APPARECCHI ANTIDEFLAGRANTI

CARICHE ELETTROSTATICHE

UTILIZZO ACQUA IN PRESENZA DI OLI E GRASSI PERICOLO ESPLOSIONE

PREDISPORRE LEGANTI PER OLI

4.1 SOLIDI INFIAMMABILI

AUTORESPIRATORI E DISPOSITIVI PROTEZIONE INDIVIDUALE
IN PRESENZA DI POLVERI EVITARE CHE SI DISPERDANO IN ARIA
LOTTA ALL'INCENDIO
4.1 ACQUA
4.2 GETTO FRAZZIONATO ADV ECCEZZIONE COMPOSTI METALLICI
SABBIA ASCIUTTA O POLVERE ESTINGUENTE
4.2 ACCENSIONE SPONTANEA

4.3 REAGISCONO CON ACQUA

PERICOLO
I GAS DI COMBUSTIONE POSSONO ESSERE FORTEMENTE TOSSICI ED IRRITANTI
PERICOLO D'ESPLOSIONE IN PRESENZA DI POLVERI 4.1
POSSIBILE REAZIONE VIOLENTA SE IMPIEGATA ACQUA 4.1 4.3

5.1 COMBURENTI (OSSIDANTI)

AUTORESPIRATORI E DISPOSITIVI PROTEZIONE INDIVIDUALE NON METTERE IN CONTATTO CO MATERIALE INFIAMMABILE
IN CASO D'INCENDIO UTILIZZARE UNA GRANDE QUANTITA' D'ACQUA A DISTANZA DI SICUREZZA CERTI PEROSSIDI ORGANICI SONO TRASPORTATI A TEMPERATURA CONTROLLATA

5.2 PEROSSIDI ORGANICI

PERICOLO

SI LIBERA OSSIGENO ATTIVO
SOSTANZA SOGGETTA A REAZIONI SPONTANEE - VAMPATE ED ESPLOSIONI
PERICOLO ESPLOSIONI PEROSSIDI ORGANICI A - B
VAPORI E GAS DI COMBUSTIONI ALTAMENTE TOSSICI E CORROSIVI
POSSIBILE PERICOLO CORROSIONE PELLE ED OCCHI
LA TEMPERATURA DI CONTROLLO E' RIPORTATA SUI DOCUMENTI DI VIAGGIO

6.1 TOSSICI

AUTORESPIRATORI E DISPOSITIVI PROTEZIONE INDIVIDUALE

EVITARE ASSOLUTAMENTE IL CONTATTO CUTANEO CON LE SOSTANZE 

IMPEDIRE LA PROPAGAZIONE, RACCOGLIERE SOSTANZA E CHIUDERE FALLE
IN CASO DI CONTATTO DECONTAMINARE SUBITO E VISITA MEDICA
METTERE IN SICUREZZA FOGNE, CANTINE, CORSI D'ACQUA
USARE STRUMENTI DI RILEVAZIONE
DOPO INTERVENTO ADOTTARE MISURE D'IGIENE RAFFORZATA

6.2 INFETTIVI

2814 PERICOLO PER LE PERSONE
2900 PERICOLO PER GLI ANIMALI
3291 RIFIUTI OSPEDALIERI

PERICOLO

6.1 I VAPORI E I GAS DI COMBUSTIONE SONO TOSSICI (PERICOLO DI AVVELENAMENTO PER INCORPORAZIONE O CONTAMINAZIONE
6.2 INFEZIONE DA BATTERI PERICOLOSI, VIRUS, ECC.
PROPAGAZIONE A CAUSA DI ACQUA DI SPEGNIMENTO CONTAMINATA

7 RADIOATTIVI

AUTORESPIRATORI E DISPOSITIVI PROTEZIONE INDIVIDUALE
EVITARE ASSOLUTAMENTE IL CONTATTO CUTANEO CON SOSTANZE FUORIUSCITE
IN CASO DI CONTATTO, SUBITO DECONTAMINAZIONE E VISITA MEDICA
DOPO INTERVENTO ADOTTARE MISURE D'IGIENE RAFFORZATA
VALUTARE LA DOSE ASSORBITA
DISTANZA DALLA SORGENTE D'EMISSIONE
UTILIZZARE SCHERMATURE
LIMITARE TEMPO D'ESPOSIZIONE
IMPEDIRE LA PROPAGAZIONE

UTILIZZARE STRUMENTI DI RILEVAMENTO

PERICOLO

SORGENTE APERTA : ESPOSIZIONE INTERNA E SUPERFICIALE
SORGENTE SIGILLATA : ESPOSIZIONE ESTERNA
PROPAGAZIONE TRAMITE ACQUA SPEGNIMENTO CONTAMINATA
8 CORROSIVI

AUTORESPIRATORI E DISPOSITIVI PROTEZIONE INDIVIDUALE
IMPEDIRE LA PROPAGAZIONE DELLE SOSTANZE FUORIUSCITE,RACCOGLIERLA, CHIUDERE FALLE
ABBATTERE LE NUBI DI GAS-VAPORE CON GETTO FRAZIONATO
METTERE IN SICUREZZA FOGNE, CANTINE, CORSI D'ACQUA
PICCOLE QUANTITA' - DILUIRLE CON ACQUA ABBONDANTE
USARE CARTINE TORNASOLE
EVITARE ASSOLUTAMENTE IL CONTATTO CUTANEO CON LE SOSTANZE
IN CASO DI CONTATTO DECONTAMINARE SUBITO E VISITA
DOPO INTERVENTO ADOTTARE MISURE D'IGIENE RAFFORZATA
TENERE SCORTA LEGANTI SPECIFICI
SE PRESENTE UN CHIMICO TENTARE NEUTRALIZZAZIONE

PERICOLO

CORROSIONE PER CONTATTO (PELLE, OCCHI, POLMONI)
REAZIONI PERICOLOSE PER DILUIZIONE CON ACQUA
PROPAGAZIONE CON ACIDI E BASI
ALCUNI ACIDI POSSONO REAGIRE PERICOLOSAMENTE CON SOSTANZE ORGANICHE E METALLI
9 SOSTANZE PERICOLOSE E OGGETTI PERICOLOSI DI ALTRA NATURA

AUTORESPIRATORI E DISPOSITIVI PROTEZIONE INDIVIDUALE
AMIANTO
SOSTANZE CHE LIBERANO DIOSSINA IN CASO D'INCENDIO ( PCB)
SCHIUME POLIMERICHE
BATTERIE AL LITIO
CAPSULE AIRBAG
METALLI FUSI
SOSTANXE PERICOLOSE PER L'AMBIENTE (OLI ED ORGANISMI  OGM)
IMPEDIRE LA PROPAGAZIONE DELLE SOSTANZE FUORIUSCITE

INFORMARE LE AUTORITA' PER I CONTROLLI AMBIENTALI

PERICOLO

PERICOLI SPECIFICI PER GLI ADDETTI ALL'INTERVENTO
PERICOLI PER L'AMBIENTE