·         pace-maker: nodo senoatriale da cui ha origine il ritmo cardiaco; stimolatore e regolatore elettronico del cuore che viene innestato chirurgicamente in prossimità del muscolo cardiaco nei casi di disfunzione congenita o acquisita

·         pachidermia: ispessimento patologico della cute

·         palatoschisi: malformazione congenita consistente in una fessurazione longitudinale del palato e nella conseguente comunicazione tra la cavità orale e quella nasale

·         paligrafia:       disturbo della scrittura che consiste nel ripetere più volte sillabe, frasi o parole

·         palilalia:          disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere più volte le stesse parole o frasi

·         palpitazione: aumento della frequenza dei batti ti del cuore accompagnato da oppressione e difficoltà di respiro dovuto a cause patologiche o a viva emozione

·         panartrite:       infiammazione delle articolazioni estesa anche alle parti molli circostanti

·         pancreatite: infiammazione del pancreas

·         pandemia:       epidemia diffusa in intere nazioni e continenti

·         pandiculazione: complesso delle contrazioni muscolari degli arti che spesso accompagnano lo sbadiglio

·         panoftalmite: infiammazione purulenta dell’intero bulbo oculare che si manifesta con la tumefazione dell’occhio e della palpebra, dolore e febbre

·         pantoclastia: mania di distruzione propria di certi soggetti schizofrenici o isterici

·         pantofobia: alterazione psichica tipica degli stati depressivi che determina nel soggetto timore ingiustificato di qualsiasi cosa

·         pantoptosi: abbassamento generale dei visceri

·         papilla:            piccolissima prominenza con una funzione specifica; - gustativa: localizzata sulla lingua atta a percepire le sensazioni del gusto; - ottica: zona della retina su cui si innesta il nervo ottico

·         papilloma:       tumore epiteliale benigno dovuto a eccessivo sviluppo delle papille del derma o delle mucose

·         pap-test:          metodo diagnostico dei tumori della cervice uterina e di altre affezioni dell’apparato genitale femminile consistente nell’esame citologico delle secrezioni vaginali. SIN Esame colpocitologico

·         papula:            lesione della pelle in forma di piccolo rilievo duro e rossiccio spesso pruriginoso

·         paracentesi: perforamento di una cavità naturale dell’organismo al fine di estrarne liquidi formatisi per causa patologica

·         paracinesia: alterazione nella coordinazione dei movimenti muscolari dovuta a malattie del sistema nervoso centrale

·         paracistite: infiammazione dei tessuti che circondano la vescica

·         paracromatismo: denominazione generica di alterazioni nella percezione dei colori

·         paracusia:       denominazione generica di alterazioni nella percezione dei suoni

·         paradenite: infiammazione dei tessuti che circondano una ghiandola

·         paradentite: infiammazione del paradenzio

·         paradentosi: malattia degenerativa dei tessuti che circondano il dente

·         parafimosi: restringimento del prepuzio che provoca la strozzatura e la tumefazione dolorosa del glande

·         parafrasia: disturbo del linguaggio che si manifesta con una difficoltà a ordinare parole e frasi in periodi

·         parametrio: tessuto connettivo che circonda e sostiene l’utero

·         parametrite: infiammazione del parametrio

·         paramnesia: disturbo della memoria che si manifesta con il ricordo di fatti in realtà non vissuti o erroneamente collocati nel tempo

·         paramorfismo: deformazione del corpo umano dovuta a deviazione della colonna vertebrale e acquisita per abitudini errare o cattive condizioni di vita

·         parnefrio:        tessuto connettivo che circonda il rene

·         paraplegia: paralisi degli arti inferiori e raramente di quelli superiori

·         paratifo:          malattia infettiva simile al tifo ma meno grave generata da un batterio dello stesso tipo

·         paresi:             forma incompleta di paralisi con riduzione della mobilità volontaria

·         parestesia:       alterazione della sensibilità che si manifesta con formicolii, solletico, intorpidimento e sim

·         parkinsoniano: che si riferisce al morbo di Parkinson, grave malattia del sistema nervoso caratterizzata da rigidità muscolare, tremore e acinesia

·         parkinsonismo: malattia che presenta sintomi e quadro clinico simili a quelli del morbo di Parkinson

·         parodontologia: branca dell’odontoiatria che si occupa della patologia dei tessuti di sostegno dei denti

·         parosmia:        alterazione dell’olfatto che non consente una percezione esatta degli odori

·         parotide:         grossa ghiandola salivare situata sotto l’orecchio

·         parotite:          infiammazione delle parotidi. SIN Orecchioni

·         patereccio: infiammazione purulenta dei tessuti di un dito dovuta a infezione. SIN Giradito

·         patite:              qualsiasi malattia infiammatoria

·         patofobia:       timore morboso di contrarre malattie

·         patogenesi: modalità con cui ha origine una malattia

·         patogeno:        che genera malattia

·         patognomonico: di sintomo la cui presenza è sufficiente a consentire la diagnosi di una malattia

·         patologia:        ramo della medicina che studia le malattie in ogni fase del loro sviluppo

·         pectina:           composto organico; polisaccaride vegetale presente in alcuni frutti utilizzato come addensante nell’industria farmaceutica e cosmetica

·         pediculosi:       affezione cutanea generata da infestazione di pidocchi sul capo o in altra parte del corpo

·         pellagra:          malattia dovuta ad alimentazione insufficiente e priva di vitamina PP caratterizzata da alterazioni cutanee nelle parti scoperte e da gravi disturbi digestivi, nervosi e psichici

·         pemfigo:          malattia della pelle che si manifesta con formazione di bolle, talvolta purulente

·         pepsi:               digestione

·         peptico:           che concerne la digestione; -peptica: ulcera gastrica

·         peptogeno: che stimola la produzione di pepsina nel succo gastrico

·         pariartrite: infiammazione che interessa le borse sierose situate attorno alle articolazioni

·         pericondrio: membrana fibrosa che avvolge le cartilagini non articolari

·         pericondrite: infiammazione del pericondrio

·         perididismo: rivestimento vaginale del testicolo

·         peridrolo:        soluzione di acqua ossigenata al 30%

·         periduodenite: infiammazione della zona circostante il duodeno

·         perigastrico: che avvolge lo stomaco

·         perigastrite: infiammazione della regione del peritoneo che avvolge lo stomaco

·         perinatale:       che si riferisce al periodo che precede e segue immediatamente la nascita di un individuo, spec. dalla ventottesima settimo di gravidanza al settimo giorno di vita neonatale

·         perineo:           complesso dei tessuti molli che chiudono la parte inferiore del bacino

·         periodonto: tessuto connettivo situato tra la radice del dente e l’alveolo

·         periostio:         membrana fibrosa ed elastica che riveste le ossa

·         periostite:        infiammazione del periostio

·         peristalsi:        complesso delle contrazioni del tubo digerente che provocano la traslazione unidirezionale del contenuto alimentare

·         peritoneo:        sottile membrana sierosa che riveste le pareti interne dell’addome avvolgendo e sostenendo gli organi in esso contenuti

·         peritonite:       infiammazione acuto o cronica del peritoneo

·         pertosse:          malattia respiratoria infettiva che si manifesta con colpi di tosse convulsiva, spec. nei bambini. SIN tosse asinina, tosse canina

·         petecchia:        piccola macchia cutaneo rosso-violacea dovuta a malattie emorragiche e sintomo caratteristico di una varietà di tifo

·         pH:                  grandezza che esprime il grado di acidità o di basicità di una soluzione acquosa; - neutro: di valore 7 che segna il limite tra le soluzioni acide di valore inferiore e quelle basiche di valore superiore

·         piastrina:         uno degli elementi costituenti del sangue in forma di disco sottile microscopico dotato di funzione coagulante

·         picnosi:            processo di contrazione del nucleo della cellula sintomatico della degenerazione della cellula stessa

·         pielite:             infiammazione del pelvi renale

·         pielo-:              primo elemento di parole composte con significato di bacinetto, pelvi renale

·         pielonefrite: processo infiammatorio a carico del rene e del bacinetto renale

·         piemia:            infezione del sangue dovuta alla presenza di batteri suppurativi che si manifesta con la formazione di ascessi

·         piloro:             orifizio attraverso il quale lo stomaco comunica con il duodeno fornito di un anello muscolare

·         pio-:                 primo elemento di parole composte con significato di pus, infezione purulenta

·         piocele:            raccolta di pus in una cavità sierosa

·         piodermite: infezione cutanea causata da germi piogeni

·         pioftalmia: infezione purulenta dell’occhio

·         pionefrosi:       infiammazione purulenta del bacinetto renale

·         piorrea:           fuoriuscita di pus; - alveolare: formazione di pus negli alveoli dentari che causa l’espulsione dei denti

·         piressia:           febbre

·         piroterapia: metodo di cura di alcune malattie per mezzo di uno stato febbrile prodotto artificialmente

·         pirossidina: nome chimico della vitamina B6

·         pirosi:              bruciore di stomaco dovuto a eccesso di acido cloridrico nel succo gastrico

·         pitiriasi:           malattia cutanea caratterizzata da fine desquamazione

·         pituita:            muco catarrale o nasale

·         placca:            macchia, essudato o altra formazione cutanea o mucosa

·         placebo:          preparato medicinale senza specifica attività terapeutica somministrato a pazienti la cui malattia dipende da fattori psicologici allo scopo di suggestionarli; preparato di sostanze inattive usato in sperimentazioni cliniche in sostituzione di un farmaco di cui si intende verificare la reale efficacia

·         -plasia:            secondo elemento di parole composte con significato di formazione anormale, trasformazione, alterazione di tessuti animali o vegetali

·         plasma:           parte liquida del sangue di colore giallo pallido costituita da acqua, proteine, albumine, sali, glucosio, lipidi

·         plasmaferesi: processo di separazione del plasma dagli altri elementi del sangue

·         -plegia:            secondo elemento di parole composte con significato di paralisi

·         plessimetria: percussione della parte malata effettuata con plessimetro

·         plesso:             intreccio, fascio, reticolo di organi affini

·         pletora:           aumento della massa sanguigna nell’organismo; costituzione corpulenta, dinamica, sanguigna

·         pleura:             ciascuna delle due membrane sierose che rivestono i polmoni

·         pleurite:           infiammazione della pleura

·         pleurocentesi: puntura della pleura per estrarne il liquido sieroso formatosi durante una pleurite

·         pleurodinia: dolore al torace analogo a quello causato dalla pleurite

·         plica:               ripiegamento, sollevamento o ispessimento di un tessuto

·         pneumectomia: asportazione chirurgica totale o parziale del polmone

·         pneumo-:         primo elemento di parole composte con significato di relativo alle attività respiratorie oppure al polmone

·         pneumococco: batterio diplococco lanceolato avvolto in una capsula agente patogeno della polmonite

·         penumoconiosi: malattia polmonare causata da inalazione e accumulo di polveri

·         pneumografia: registrazione della frequenza e della profondità dei movimenti respiratori

·         pneumologia: scienza che studia l’anatomia, la fisiologia e le patologie dei polmoni

·         pneumometria: spirometria

·         pneumopatia: patologia del polmone

·         pneumopericardio: penetrazione di aria nel pericardio

·         penumoperitoneo: penetrazione di aria nel cavo peritoneale

·         pneumorragia: emorragia che si origina nel polmone

·         pneumotomia: incisione chirurgica del polmone

·         pneumotorace: presenza di aria o di altro gas nel cavo pleurico; - artificiale: sistema di cura della tubercolosi polmonare consistente nell’immissione di aria o di altro gas inerte nel cavo pleurico per immobilizzare il polmone malato favorendo la cicatrizzazione delle lesioni

·         podagra:         gotta dell’articolazione del piede

·         podalico:         della maniera di presentarsi del feto all’atto della nascita con la parte inferiore del corpo anziché con la testa

·         podologia:       attività paramedica che si occupa della cura dei piedi umani

·         poichilocitosi: deformazione dei globuli rossi

·         poliartrite:       artrite che interessa più articolazioni

·         policitemia: aumento dei globuli rossi presenti nel sangue

·         polidattilia: malformazione congenita, spesso ereditaria, consistente nella presenza di un numero di dita superiore al normale nelle mani o nei piedi

·         polisemia:        aumento anormale della massa sanguigna di un individuo

·         poliestesia: anomalia della sensibilità tattile per la quale il contatto in un solo punto è avvertito in più punti

·         polimastia: anomalia congenita presente soprattutto nella donna e consistente nella presenza di una o più mammelle in soprannumero

·         polinevrite: infiammazione che colpisce più nervi contemporaneamente

·         poliomielite: malattia infettiva provocata da un virus che produce l’infiammazione della sostanza grigia del midollo spinale con conseguente paralisi muscolare irreparabile

·         poliopia:          difetto della vista spec. nell’astigmatismo per cui si ha una visione multipla di un oggetto

·         polipnea:         accelerazione del ritmo respiratorio

·         polipo:             tumore benigno che si sviluppa nelle mucose

·         poliposi:          affezione caratterizzata dalla presenza di molti polipi su una superficie mucosa

·         polispermia: aumento dello sperma emesso nella eiaculazione; numero superiore al normale degli spermatozoi presenti nel liquido seminale

·         politrasfuso: che, chi si sottopone per esigenze terapeutiche a successive trasfusioni di sangue spec. con regolarità

·         poliuria:          aumento anormale della diuresi

·         pollinosi:         malattia allergica dovuta a pollini che infiammano le mucose delle vie respiratorie e degli occhi

·         polluzione:       emissione involontaria dello sperma spec. durante il sonno

·         poplite:            parte posteriore, incavata, dell’articolazione del ginocchio

·         porfiria:           malattia causata da un alterato metabolismo delle porfirine

·         porfirina:         composto organico presente come pigmento fondamentale nelle cellule animali e vegetali per esempio come componente della clorofilla

·         porro:              piccola escrescenza carnosa, dura e tondeggiante che si forma sulla pelle

·         posologia:       parte della farmacologia che studia e determina le dosi delle medicine allo scopo di ottenere l’effetto terapeutico voluto; indicazione delle dosi e delle modalità di somministrazione di un farmaco

·         postura:           posizione, atteggiamento abituale del corpo derivante dalla contrazione di alcuni muscoli scheletrici che contrastano la gravità

·         pranoterapia: terapia consistente nell’imposizione delle mani sulla parte malata effettuata da un individuo che si ritiene dotato di fluido benefico

·         prassiterapia: psicoterapia che consiste nel fare eseguire ad individui con handicap fisici o mentali adeguate attività manuali

·         preanestesia: somministrazione di sedativi prima di un’anestesia generale

·         prepuzio:         involucro cutaneo del glande

·         presbiacusia: sordità senile

·         presbiofrenia: demenza senile caratterizzata da disturbi della memoria

·         presbiopia: difetto visivo proprio dell’età matura o senile dovuto alla diminuita capacità di accomodazione del cristallino per cui l’occhio vede distinti gli oggetti lontani e sfocati gli oggetti vicini. SIN Presbitismo

·         priapismo:       condizione patologica maschile caratterizzata da erezione persistente e dolorosa senza eccitazione sessuale e non seguita de eiaculazione

·         principio attivo: il componente fondamentale di vari preparati

·         procidenza: fuoriuscita di un organo dalla cavità che lo contiene; in ostetricia fuoriuscita prematura ed accidentale del cordone ombelicale o di un arto del feto dall’utero materno durante il parto

·         proctalgia: dolore all’intestino retto

·         proctite:          infiammazione all’intestino retto

·         procto-:            primo elemento di parole composte con significato di ano, intestino retto

·         proctologia: settore della gastroenterologia che studia le malattie che colpiscono l’intestino retto

·         proctoscopia: esame del retto; rettoscopia

·         prodomi:         insieme delle manifestazioni morbose che precedono l’insorgere della malattia

·         progesterone: ormone sessuale femminile steroideo, secreto dal corpo luteo dell’ovaio e dalla placenta che permette la modificazione della struttura della mucosa uterina favorendo l’impianto dell’ovulo fecondato

·         prognatismo: sporgenza in avanti della mandibola rispetto alla fronte

·         prognosi:         previsione sul decorso e sull’esito di una malattia; sciogliere la -: dare un responso definitivo sul decorso della malattia in particolare dichiarando fuori pericolo un paziente; - riservata: emessa quando il medico non ha elementi sufficienti per dare un responso definitivo

·         prolasso:         abbassamento di un organo o di una parte di esso con fuoriuscita dalla sua cavità naturale per rilassamento dei tessuti di sostegno o in seguito a lesione traumatica

·         prostata:         ghiandola dell’apparato urogenitale maschile, situata nella zona pelvica al di sotto della vescica il cui secreto va a costituire insieme agli spermatozoi il liquido seminale

·         protesi:            apparecchio che sostituisce un organo difettoso o mancante del corpo umano

·         protrombina: proteina del sangue circolante che si trasforma in trombina quando il sangue viene a contatto con l’aria dando così origine al processo di coagulazione

·         protrusione: sporgenza anomala di un organo anatomico

·         psammoterapia: applicazione a scopo terapeutico di sabbia calda sull’organo malato

·         psicofarmaco: farmaco che modifica lo stato della psiche

·         psicolettico: di farmaco somministrato per attenuare la tensione psichica

·         psicosi:            disturbo psichico con alterazione patologica profonda della personalità

·         psicosomatica: ramo della medicina che si occupa delle ripercussioni dei fenomeni psichici sull’organismo

·         psittacosi:        malattia infettiva dei pappagalli che si trasmette all’uomo interessando l’apparato polmonare e assumendo forme molto gravi talvolta mortali

·         psoriasi:          dermatosi che si manifesta con la comparsi spec. sui gomiti e sulle ginocchia di squame biancastre

·         ptialismo:        aumento della secrezione di saliva. SIN Scialorrea

·         ptilosi:             caduta delle ciglia

·         ptosi:               abbassamento di un organo rispetto alla sua sede normale

·         pubalgia:         dolore che colpisce i muscoli della regione pubica

·         pube:               parte anteriore e mediana dell’osso iliaco che durante lo sviluppo si salda lateralmente con l’ileo e l’ischio; regione anatomica corrispondente a tessuti molli posti innanzi alla sinfisi pubica

·         puerperio:       nella donna periodo di tempo compreso fra il parto e la ripresa della normale attività ovarica della durata approssimativa di sei settimane

·         pulpite:            infiammazione della polpa dentale