·         sacralgia:        dolore all’osso sacro o alla regione sacrale

·         safena:            ognuna delle due vene superficiali dell’arto inferiore; - grande, interna: situata nella faccia interna della gamba che giunge fine all’inguine; - piccola, esterna: situata nella faccia esterna posteriore della gamba

·         salmonellosi: infezione intestinale come il tipo e il paratifo provocata da microrganismi del genere salmonella

·         salpinge:          condotto che unisce l’utero a ciascuna delle due ovaie. SIN Trombe di Falloppio

·         salsobromoidico: di acque minerali a base di cloruro, bromuro e ioduro di sodio

·         sarco-:             primo elemento di parole composte con significato di carne, muscolo

·         sarcocele:        tumefazione del testicolo e dell’epididimo derivante da processi infiammatori cronici

·         sarcoide:         lesione cutanea a carattere proliferativi che presenta qualche analogia con le manifestazioni cutanee dei sarcomi, ma a decorso benigno

·         sarcoma:         tumore maligno che prende origine da un tessuto connettivale. SIN Carcinoma

·         sarcomatosi: condizione patologica caratterizzata dalla formazione di più sarcomi in varie parti del corpo

·         saturnismo: malattia professionale dovuta a intossicazione cronica da piombo e da derivati di piombo che si manifesta specialmente con disturbi digestivi, renali e nervosi

·         scabbia:           malattia pruriginosa della pelle prodotta nell’uomo dalla femmina di un acaro che deposita le uova in minutissimi cunicoli scavati negli strati superficiali dell’epidermide. SIN: Rogna

·         scafocefalia: malformazione del cranio che si presenta eccezionalmente allungato e compresso ai lati

·         scanning:         tecnica di esplorazione scientifica fondata sull’uso di radiazioni, scansione di vario genere

·         scansioscintigrafia: scintigrafia effettuata esplorando l’organo o il tessuto in esame con scorrimento dell’apparecchiatura avanti e indietro

·         scarlattina: malattia acuta, infettiva e contagiosa provocata da streptococco, caratterizzata da angina, febbre e da un’eruzione cutanea puntiforme di colore rosso acceso e successiva desquamazione

·         schiascopia: esame dell’ombra pupillare per determinare gli errori di rifrazione dell’occhio

·         schisi:              difetto congenito consistente nella mancata saldatura di due organi, di due segmenti, spec. ossei

·         schistosomiasi: insieme di malattie dell’uomo dovute a infezione parassitaria causata da vermi schistosomi, localizzati nel sistema venoso

·         schizo-:            primo elemento di parole composte con significato di separazione, scissione, divisione

·         schizoblefaria: fenditura verticale congenita di una o di entrambe le palpebre

·         schizofaria: linguaggio disordinato e incomprensibile proprio degli schizofrenici; schizolalia

·         schizofrenia: insieme di malattie mentali caratterizzate da dissociazione psichica, disintegrazione della personalità e da altri disturbi relativi al rapporto con la realtà

·         schizografia: disturbo nervoso caratterizzato dalla produzione di scritti incomprensibili e privi di senso formati da parole di solito inventate

·         scialoadenite: infiammazione di una ghiandola salivare

·         scialofagia: deglutizione continua di saliva

·         sciatalgia:       sciatica

·         sciatica:           nevralgia del nervo grande ischiatico

·         sciatico:           dell’ischio, ischiatico; nervo grande -: nervo principale dell’ischio che svende e si dirama lungo tutta la gamba fino al piede; nervo piccolo -: nervo del gluteo inferiore

·         scintigrafia: esame diagnostico che consente di stabilire la funzionalità di organi interni attraverso la registrazione di impulsi emessi da isotopi radioattivi che vi sono stati introdotti per via venosa

·         scintillografia: scintigrafia

·         scirro:              carcinoma duro e fibroso situato in uno stroma connettivale molto sviluppato

·         scissura:          solco più o meno profondo che divide un organo in due lobi

·         sclera:             membrana fibrosa, bianca, opaca che avvolge esternamente il globo oculare e si continua nella parte anteriore con la cornea; sclerotica

·         sclerite:           infiammazione della sclera

·         sclero-:             primo elemento di parole composte con significato di indurimento, durezza

·         sclerodermia: malattia caratterizzata da indurimento progressivo della cute che diventa atrofica, dura e pigmentata, talvolta esteso anche ai tessuti sottocutanei e ai visceri

·         scleroma:        malattia infettiva cronica caratterizzata dalla comparsa progressiva di placche dure e infiltranti sulla mucosa delle vie respiratorie superiori

·         sclerosi:           indurimento patologico di un organo dovuto a ipertrofia del tessuto connettivo generalmente accompagnato da profonda degenerazione e atrofia del parenchima; - arteriosa: arteriosclerosi; - multipla, a placche: caratterizzata dalla presenza di focolai di demielizzazione della sostanza bianca dell’encefalo e del midollo spinale con gravi conseguenze deficitarie spec. degli arti inferiori

·         scoliosi:           deviazione della colonna vertebrale a curvatura laterale

·         -scopia:           secondo elemento di parole composte con significato di esame, osservazione visiva

·         scotoma:         perdita parziale o totale della vista in una zona limitata del campo visivo causa da lesioni in un punto delle vie ottiche

·         scotometria: esame oculistico per determinare la presenza o l’estensione di uno scotoma

·         screening:        nella diagnostica indagine di massa su soggetti esposti ad alto rischio di malattia per individuare l’incidenza e la causa della malattia stessa

·         scrofolosi:       malattia di natura tubercolare a decorso benigno che colpisce spec. i bambini caratterizzata da infezione, ingrossamene e suppurazione delle ghiandole linfatiche superficiali

·         sebaceo:          di sebo, che concerne il sebo

·         sebo:                secrezione untuosa e grassa prodotta dalle ghiandole sebacee che ha il compito di proteggere la cute dagli agenti esterni e di evitare l’eccessiva evaporazione d’acuqa

·         seborragia: seborrea

·         seborrea:         secrezione eccessiva delle ghiandole sebacee che dà luogo a vari tipi di dermatosi

·         sedativo:         di farmaco che agisce sul sistema nervoso centrale con effetto tranquillizzante. SIN Calmante

·         segale cornuta: malattia di alcuni cereali, spec. segale, dovuta a un fungo parassita che attacca l’ovario arrestandone lo sviluppo e dando origine a una formazione dura contenente un alcaloide usato a scopo terapeutico

·         semeiotica: studio dei sintomi e dei segni che caratterizzano le singole malattie e dei metodi manuali e strumentali atti a rilevarli

·         semicupio:       vasca da bagno corta con sedile interno che permette di immergersi parzialmente stando seduti; bagno fatto in tale vasca

·         seminoma:       tumore localizzato nel testicolo

·         setticemia:       stato morboso infettivo dovuto a germi patogeni che introdottisi nel sangue vi permangono e si moltiplicano provocando i sintomi clini caratteristici dell’infezione generalizzata quali febbre alta, cefalea, stati deliranti e tendenza al collasso

·         sfigmo:            primo elemento di parole composte con significato di pulsazione

·         shockterapia: sistema di cura, spec. di malattie psichiatriche, che consiste nel provocare con opportuni meccanismi brusche e profonde variazioni somatiche e psichiche nell’organismo malato

·         sicosi:              infiammazione dei follicoli peliferi del viso con formazione diffusa di pustole alla base dei peli spec. dovuta a infezioni da stafilococchi

·         siero:               parte liquida che si separa dal latte dopo la cagliatura; parte liquida che si separa dal sangue dopo la coagulazione; medicamento costituito dal siero sanguigno di un animale vaccinato contro una malattia microbica o contro una sostanza tossica usato per la cura e la prevenzione di numerose malattie

·         sierodiagnosi: diagnosi relativa a processi morbosi fondata sulla ricerca e sull’esame di determinate sostanze che compaiono nel siero sanguigno dell’ammalato

·         sigma:             tratto dell’intestino crasso, con decorso a forma di S che segue al colon discendete e si estende sino al retto

·         sigmoideo:       di formazione ad ansa, a sigma

·         sigmoidite: infiammazione del sigma

·         silicosi:            malattia polmonare caratterizzata da sclerosi del polmone, dovuta a inalazione di polvere di silicio diffusa tra i lavoratori delle miniere, cave, ecc.

·         sinartrosi:        articolazione priva di movimenti

·         sincinesia:       attività motoria automatica di un arto o di una parte di esso conseguente a un movimento volontario

·         sincope:           improvvisa, completa e transitoria perdita di coscienza associata ad alterazioni circolatorie e respiratorie

·         sindattilia:       malformazione congenita consistente nella fusione di due o più dita della mano o del piede

·         sindrome:        complesso dei sintomi che concorrono a caratterizzare un quadro clinico indipendentemente dalle cause che li producono; - ansiosa: complesso dei sintomi che accompagnano lo stato ansioso come il cardiopalmo, il respiro frequente e breve, la sudorazione e il pallore; - di Parkinson: rigidità muscolare, tremore, abolizione dei movimenti associati e automatici; - da astinenza: causata dall’astinenza dalla droga; - di Stoccolma: fenomeno per cui un prigioniero o un sequestrato sviluppa un rapporto di comprensione nei confronti del proprio sequestratore con il quale finisce per collaborare; - di Stendhal: stato di confusione mentale caratterizzato spec. dalla perdita del senso dell’orientamento che si ritiene originato dalla violenza dell’emozione provata dai turisti di fronte a opere d’arte particolarmente significative; - dello yoyo: particolare alterazione del peso corporeo consistente in continue e marcate oscillazioni tra fasi di soprappeso e fasi di sottopeso

·         sinechia:          aderenza tra due tessuti normalmente separati

·         sinfisi:              aderenza o fusione congenita o acquisita tra due formazioni anatomiche normalmente disgiunte; forma dell’articolazione tra due segmenti ossei rivestiti di cartilagine e connessi fra loro per mezzo di uno strato di tessuto fibroso che consente solo una limitata mobilità

·         sinopsia:          sinestesia in cui una sensazione visiva colorata è prodotta da determinati stimoli sonori: SIN Audizione colorata

·         sinostosi:         saldatura fra due ossa che non risultano più articolate tra lauro per cause naturali o patologiche

·         sinovia:           liquido viscoso e filante contenuto nelle articolazioni di cui umetta la superficie interna facilitando lo scorrimento dei capi articolari

·         sintomatologia: complesso dei sintomi di una malattia o di un gruppo di malattie

·         sintomo:          manifestazione di un’alterazione organica o funzionale come segno caratteristico di una malattia

·         sinusite:           infiammazione del seno paranasale

·         siriasi:             forma iperpiretica dovuta a forte colpo di sole. SIN Febbre termica

·         sistole:             contrazione di una struttura muscolare; fase del ciclo cardiaco in cui la contrazione del miocardio provoca l’espulsione del sangue dalle cavità del cuore

·         smegma:          materia semifluida bianco-giallastra composta da secreti ghiandolari e da prodotti di desquamazione delle mucose di rivestimento che si raccoglie nell’uomo nel solco balano-prepuzionale e nella donna tra le piccole labbra e intorno alla clitoride

·         sodoku:           malattia frequente in Giappone, trasmessa all’uomo dal morso di topi o di altri roditori caratterizzata da linfangite, linfadenite e febbre con brividi

·         sofrologia:       pratica di rilassamento mentale che si basa sulla combinazione di parole e musica

·         -soma:             secondo elemento di parole composte con significato di corpo

·         somatico:        che si riferisce al corpo di un organismo

·         somato-:          primo elemento di parole composte che indica riferimento al corpo umano in senso anatomico e fisiologico

·         somatometria: misurazione del corpo umano per lo studio comparatico dei caratteri fisici secondo il sesso, i popoli e razze

·         somatotropina: ormone di natura proteica secreto dal lobo anteriore dell’ipofisi che agisce stimolando i processi cui sono legati l’accrescimento e la moltiplicazione delle cellule di tutti i tessuti

·         somatotropo: che influenza l’accrescimento corporeo

·         sonografia: ecografia

·         sonografo:       apparecchio in grado di esplorare gli organi interni del corpo umano attraverso la visualizzazione dell’eco di ultrasuoni

·         spasmo:           contrazione dolorosa e involontaria, intermittente o ripetuta, di parti o di gruppi di muscoli; - clonico: contrazione muscolare intermittente; - tonico: contrazione muscolare protratta; - fisso: rigidità stabile di uno o più muscoli

·         spasmofilia: stato patologico caratterizzato da ipereccitabilità dei nervi motori da parte degli stimoli esterni, da tendenza agli spasmi o alle convulsioni

·         spasmolitico: di sostanza o medicinale che risolve uno stati spastico

·         spastico:          che deriva, che è caratterizzato da spasmo; che è affetto da paralisi spastica

·         spermateisfora: fecondazione artificale

·         spermatico: che si riferisce allo sperma

·         spermatozoo : cellula germinale maschile negli animali e nelle piante destinato a fecondare l’uovo. SIN Spermio

·         spermicida: di sostanza che provoca la distruzione degli spermatozoi e pertanto viene usata come prodotto antifecondativo

·         spirochetosi: malattia provocata dalla penetrazione di spirochete patogene nell’organismo

·         spirometria: misurazione della capacità respiratoria eseguita per mezzo dello pirometro

·         pirometro:       apparecchio per misurare durata e ampiezza delle fasi del respiro e la portata inspiratoria ed espiratoria

·         splancnico: che si riferisce ai visceri addominali

·         splanco-:          primo elemento di parole composte con significato di visceri

·         splenalgia:       dolore che ha origine dalla milza

·         splenectomia: asportazione chirurgica, totale o parziale, della milza

·         spleno-:            primo elemento di parole composte con significato di milza

·         splicing:           ripartizione dei geni, nelle tecniche di ingegneria genetica

·         spondilite:       infiammazione acuta o cronica di una o più vertebre

·         spondilo:         vertebra

·         spondiloartrite: artrite della colonna vertebrale

·         spondiloartrosi: artrosi della colonna vertebrale

·         spondilolistesi: spostamento in avanti di una vertebra rispetto al segmento vertebrale sottostante per difetto di ossificazione o per frattura

·         spondilosi:       processo degenerativo di un’articolazione vertebrale

·         sprue:              malattia cronica del tubo digerente con saltuari ma violenti disturbi gastroenterici, dovuta a germi non specifici frequente nei climi tropicali; malattia non tropicale con manifestazioni analoghe che può colpire bambini nei primissimi anni di vita

·         stafilofaringite: infiammazione che interessa la faringe e il palato molle

·         stafiloma:        rigonfiamento, estroflessione di una porzione del globo oculare

·         -stasi:              secondo elemento di parole composte con significato di interruzione, arresto, cessazione

·         stasi:                ristagno o rallentamento del flusso di liquidi organici

·         steatopigia: notevole aumento delle masse adipose delle cosce e dei glutei caratteristico delle donne di alcune popolazioni africane contro-meridionali, quali i Boscimani e dli Ottentotti

·         steatorrea: eccessiva eliminazione di grassi attraverso le feci di carattere patologico

·         steatosi:           aumento abnorme e patologico di grasso all’interno delle cellule

·         stenia:             vigore, tono muscolare. CONTR: Astenia

·         stenocardia: angina pectoris

·         stenosi:            restringimento di carattere patologico di un orifizio, di un canale o di un organo cavo

·         steppage:         disturbo della deambulazione con esagerato sollevamento della coscia per evitare che la punta del piede incapace di flettersi verso l’alto urti contro il suolo

·         stereoagnosia: incapacità di riconoscere la forma degli oggetti attraverso il tatto

·         stipsi:               difficoltà di evacuazione delle feci. SIN: stitichezza

·         -stoma:            secondo elemento di parole composte con significato di bocca

·         stomachico: dello stomaco

·         stomatico:       che è utile nella cura delle malattie della mucosa orale

·         stomatite:        infiammazione della mucosa orale

·         stomatologia: branca della medicina che studia le malattie della cavità orale e dei suoi annessi

·         -stomia:           secondo elemento di parole composte con significato di nuova apertura

·         strabometria: insieme di esami clinici e strumentali che hanno lo scopo di individuare il tipo di strabismo e di misurarne l’entità

·         stranguria: disturbo della minzione che si manifesta con l’emissione difficoltosa e intermittente dell’urina, generalmente dovuta a stenosi delle vie urinarie

·         striscio:           prelievo di sostanze organiche destinate ad analisi biomediche eseguito mediante strisciatura su un vetrino per microscopio

·         stello:              tampone di cotone o di garza inserito in una ferita o all’interno di una piaga per controllarne il processo di cicatrizzazione e assorbirne il pus

·         subcorticale: posto sotto la corteccia cerebrale

·         sudamina:       arrossamento della cute accompagnato da prurito derivante da eccessiva sudorazione spec. in seguito a stato febbrile