·         vaccino:          di, della vacca, di animale bovino; preparato medico ottenuto con batteri o virus morti o vivi (in questo caso dopo averne opportunamente attenuato la virulenza) o con tossine prodotte dagli stessi, che viene inoculato in un individuo per indurne l’organismo a produrre anticorpi specifici che ne assicurino l’immunità attiva

·         vacuumterapia: terapia fisica tendente ad agevolare la circolazione sanguigna e linfatica mediante l’inserimento di una parte del corpo, spec. di un arto, in una camera dove viene praticata successivamente una depressione seguita da una compressione

·         vaginismo: contrazione spastica dolorosa della vagina che la rende difficilmente accessibile spec. durante il coito

·         vaginite:          processo infiammatorio che colpisce la vagina

·         vago:               nervo encefalico con funzioni miste, sensorie, motorie e vegetative che ha origine dal solco laterale del midollo allungato discendendo nel collo e nel torace fino allo stomaco e diramandosi a innervare numerosi organi

·         vagotomia: sezione chirurgica del nervo vago che si praticava in passato nei casi di ulcera gastrica per ridurre la secrezione e la motilità dello stomaco

·         vaiolo:             malattia infettiva acuta, contagiosa ed epidemica, di origine virale, caratterizzata da febbre alta e da un’eruzione cutanea di pustole purulente che colpisce uomini e animali; - nero o emorragico: con manifestazioni emorragiche in seno alle pustole

·         valgismo:        condizione patologica per cui due segmenti ossei contigui o due parti dello stesso segmento formano tra loro un angolo aperto verso l’esterno rispetto all’asse mediano del corpo producendo nel caso delle gambe un distanziamento delle ginocchia. CONTR Varismo

·         varice:             dilatazione permanente di una vena per diminuita resistenza delle pareti dovuta spec. a difetti circolatori o a fattori costituzionali di origine virale

·         varicella:         malattia infettiva di origine virale, contagiosa, epidemica, caratterizzata da febbre e da una diffusa eruzione sulla cute di vescicole e papule

·         varicocele: dilatazione varicosa delle vene del testicolo lungo il cordone spermatico

·         varismo:          condizione patologica per la quale due segmenti ossei contigui o due parti dello stesso segmento formano tra loro un angolo convesso verso l’interno rispetto all’asse mediale del corpo producendo nel caso delle gambe una avvicinamento eccessivo delle ginocchia. CONTR Valgismo

·         vascolare:       che riguarda i vasi sanguigni o linfatici

·         vascolopatia: ogni malattia dei vasi sanguigni

·         vasectomia: metodo di sterilizzazione maschile che consiste nel taglio della legatura dei dotti deferenti. SIN Vasoresezione

·         vasocostrittore: di farmaco o sostanza che provoca costrizione, contrazione, restringimento dei vasi sanguigno. CONTR Vasodilatatore

·         vasodilatatore: di farmaco o sostanza che provoca dilatazione dei vasi sanguigni. CONTR Vasocostrittore

·         vasomotilità: capacità dei vasi sanguigni di modificare il proprio calibro contraendo o dilatando le strutture muscolari delle loro pareti allo scopo di regolare il flusso sanguigno nelle varie parti del corpo, la pressione arteriosa e sim.

·         vasotonina: sostanza chimica ad azione tonica sui vasi sanguigni

·         velopendulo: setto muscolare membranoso pendente dal fondo della volta del palato che ha lo scopo di separare la cavità orale delle fosse nasali costituendo la parete posteriore della bocca. SIN Palato molle, velo palatino

·         venula:            tratto di vena sottile che fa seguito al capillare; piccolo apparecchio per il prelievo del sangue costituito da un ago comunicante con una cannula di vetro

·         verruca:          escrescenza cutanea costituita da ipertrofia circoscritta delle papille del derma ricoperta da epidermide ispessita e ruvida. SIN Porro

·         versamento: travaso di umori organici in cavità o tessuti

·         vescicola:        piccola vescica in cui si raccoglie un liquido organico; lesione sierosa che si forma sulla cute

·         vestibolo:        cavità situata all’ingresso di un condotto o di altre cavità

·         vibice:             lividura, ecchimosi; ecchimosi emorragica cutanea

·         virus:               in passato ogni sostanza tossica prodotta da un microrganismo; agente infettivo submicroscopico formato da un rivestimento proteico contenente una molecola di acido nucleico, parassita dell’uomo, degli animali e delle piante, che si riproduce solo nella cellula ospite in cui versa il proprio contenuto tossico determinando l’insorgere della malattia

·         visus:               capacità funzionale dell’organo visivo; misura dell’acuità visiva espressa in decimi che si valuta mediante l’uso di tavole ottotipiche

·         vitiligine:         malattia della pelle caratterizzata da chiazze biancastre di varia grandezza talvolta contornate da un’areola scura

·         volvolo:           rotazione sull’asse di un’ansa intestinale in corrispondenza della radice con arresto completo dell’alvo

·         vomito:            emissione spontanea dalla bocca del contenuto gastrico dovuta alla contrazioni antiperistaltiche dello stomaco

·         vulnerario: che ha azione cicatrizzante sulle ferite e sulle piaghe

·         vulva:              complesso degli organi genitali esterni femminili

·         vulvovaginite: infiammazione della vulva e della vagina