14. ambulanze in autostrada

Dear egregio collega, sono un Soccorritore, [in primis], & autista... Mi chiamo Paolo, e lavoro presso una Azienda ULS come dipendente da qualche "annetto"...
Ho esperienze di merito, ma certezze un po meno... in virtù di stralci, norme, abrogazioni, commi, sentenze del TAR, sentenze dell Cassazione, riordino di profili professionali e non da ultimo "arbitrarie interpretazioni" in materia di soccorso all'infortunato. Ho letto quanto segue: Soccorso in autostrada;

 ritirare il biglietto al casello (anche in un codice rosso);  Ho fatto un copia ed incolla di ciò che ho letto in un sito associativo specializzato ed addetto ai lavori al quale si da "presunta interpretazione ad obbligo comportamentale al professionale soccorritore autista. A lui infatti  era rivolta tale in/formazione. Ho esperienza di soccorso autostradale; ho esperienza di percorrenza autostradale in emergenza;  devo ammettere che forse ho sbagliato io, o (forse) sbaglia l'inserzionista della sopraccitata asserzione. Ordunque, collega in quanto soccorritore ed amico esperto di materiale questo, Le chiedo a cortesia, delucidazioni al merito con questa: "Può un veicolo in emergenza essere costretto alla fermata, (caso questo), per il ritiro del biglietto di pedaggio autostradale?"... E con quest'altra:"Chi, e se, può fermare il transito di un autoveicolo in emergenza; a qualsiasi titolo o ragione ciò abbia il motivo di essere, come può avvenire?

Con cortesia, un doveroso ringraziamento per l'opera Sua, ed un saluto nell'amicizia.

                    cordialmente Paolo S.  

Caro Paolo, il tuo "problema" mi pare facilmente risolvibile: da parecchi anni ogni ambulanza può essere dotata di un telepass che evita ogni intralcio ai caselli autostradali. Anche prima dell'avvento dei telepass, comunque, alle ambulanze in urgenza non era richiesto di fermarsi ai caselli autostradali. I casellanti aprivano le sbarre al sopraggiungere della lettiga in sirena.
Un saluto, Avv. Roberto Avanzi