12. Uso  delle cinture di sicurezza in ambulanza

Buongiorno avvocato vorrei porLe questa seconda domanda riguardo alla quantomai "intricata" faccenda delle cinture di sicurezza per quanto riguarda i mezzi sanitari e le forze dell' ordine, entrambe in condizioni di  emergenza. Come lei sa l' art 172 C.D.S. esonera dall' utilizzo fra le altre, gli appartenenti alle forze di polizia e polizia municipale nell' ESPLETAMENTO di un servizio di emergenza ; conducenti dei veicoli antincendio e sanitario in casi di INTERVENTI di emergenza. Questi due sostantivi che potrebbero voler dire la stessa, cosa in realtà  (da alcune precedenti sentenze) sembra abbiano due significati diversi: grossolanamente sembra di capire che le forze dell' ordine svolgendo i loro servizi abituali siano esentati dall' obbligo di indossarle in quanto potrebbe verificarsi l' ipotesi di un intervento imprevisto (scippo, rapina o quant' altro). Per quanto riguarda il settore dei mezzi sanitari anche qui si presenta un dilemma perché per gli interventi di emergenza si intende che tutti i componenti della squadra ne facciano parte, invece sappiamo che è quantomai importante soprattutto per gli occupanti dei posti di guida l' utilizzo delle medesime , mentre è comprensibile l' impedimento che avrebbero i soccorritori per operare sul paziente se e soltanto nel caso si verificasse un aggravamento delle condizioni del medesimo. Gradirei se mi sapesse fornire qulche chiarimento in merito alla questione.Anticipatamente la ringrazio. Alessio.   Versilia.

Caro Alessio,
ho fatto una breve ricerca e non mi risultano edite sentenze inerenti il tema che mi sottoponi. Ti prego di indicarmene gli estremi perché la questione interessa non solo me ma, credo, tutti i soccorritori.
Salvo quindi verificare quanto eventualmente sostenuto dai giudici che si sono occupati della questione, a me pare che la norma codicistica sia chiarissima. L'art. 172 comma 2 lett.b cds esenta dall'uso delle cinture "conducenti e addetti dei veicoli del servizio antincendio e sanitario in casi di interventi di emergenza". Mi par evidente che l'esenzione riguarda tutto l'equipaggio dell'ambulanza (conducenti e addetti) e che opera solo se l'ambulanza è impegnata in INTERVENTI di emergenza e quindi rimane obbligatorio l'uso delle cinture di sicurezza se la lettiga circola per ragioni diverse. Quanto alle forze di polizia è da sottolineare che, in effetti, la lett.a della medesima norma parla di SERVIZI  di emergenza e non di INTERVENTI di emergenza come per le ambulanze. La differenza mi sembra significativa e non credo sia casuale. Par di poter dire,infatti, che con l'espressione "SERVIZIO" il codice faccia riferimento alla funzione cui sono addetti gli agenti nel momento in cui circolano, a prescindere dal fatto che sia stato o meno richiesto il loro INTERVENTO come è invece indispensabile perché operi l'esenzione a favore dei soccorritori e dei pompieri. Resto, naturalmente, a disposizione per eventuali chiarimenti.
Un saluto,
Avv. Roberto Avanzi

Riguardo alla citazione delle sentenze in merito alla questione citata al momento non sono in grado di fornirgliene gli estremi visto che sono venuto a conoscenza dei fatti tramite un istruttore della confederazione con il quale ho affrontato la questione; se mi permette vorrei esprimere una quantomai discutibilissima opinione riguardo all' esenzione delle cinture per quanto riguarda il conducente e un eventuale passeggero; lei sa perfettamente ,soprattutto nello svolgimento di un emergenza quanto sia importante l' utilizzo delle cinture , e francamente non vedo la necessità di noi autisti di non indossarle; alle volte ritengo che alcune norme siano fatte in maniera troppo semplicistica e soprattutto in modo molto poco tecnico. La ringrazio per la collaborazione. Alessio.

Caro Alessio,
condivido pienamente la tua opinione sul modo in cui si fanno le norme in Italia (prova a leggerti quello che ho scritto in un paio di risposte a proposito di patenti per guidare l'ambulanza).
Un saluto
Avv. Roberto Avanzi

**********************

Un grazie per la precedente risposta e per tutte quelle che fornisci sono
veramente utili.
Il quesito che ti volevo porre è relativo al decreto legge del 27 giugno
2003 n 151 recante modifiche al codice della strada con la novità della
patente a punti. Per me sono escluse solo quelle violazioni commesse durante l'espletamento dei servizi urgenti d'istituto comunque nel rispetto dell' articolo 177 del codice della strada e soprattutto con una guida nel rispetto delle comuni regole di diligenza e prudenza, in tutti gli altri casi anche l'autista dei
mezzi di soccorso è soggetto alla applicazione del decreto legge sopra
menzionato. Come avvocato e come soccorritore che ne pensi.

grazie mille 
Paolo


Caro Paolo,
Mi chiedi il mio parere di avvocato e di soccorritore circa, se ho capito bene, le sanzioni previste per le violazioni commesse dagli autisti di ambulanze. Questo il parere dell'avvocato. Gli autisti delle ambulanze sono soggetti alle stesse regole degli altri, compreso l'apparato sanzionatorio previsto per le eventuali violazioni delle norme inerenti la circolazione stradale (multe, sottrazione dei punti ecc.).
Solo durante i servizi urgenti d'istituto, se si usano contemporaneamente lampeggianti e sirena, l'autista non è tenuto al rispetto delle norme inerenti la circolazione (con l'eccezione delle segnalazioni degli agenti del traffico: per intenderci se un vigile urbano vi fa segno di fermarvi, vi dovete fermare anche se siete in urgenza ) e quindi se, ad esempio, passa con il rosso non subisce sanzioni perché il codice prevede espressamente questa deroga. L'autista, tuttavia, deve guidare anche durante i servii urgenti rispettando le regole di comune prudenza e diligenza. Nessun trattamento privilegiato, dunque, per gli autisti delle autolettighe. Quanto al  soccorritore che c'è in me, lui pensa che sia  corretta l'impostazione del codice. Qualche categoria (camionisti, taxisti e altre) vorrebbe essere esentata dalle regole inerenti la sottrazione dei punti sul presupposto che, guidando molto, rischiano più degli altri di vedersi abbassare il punteggio. Io trovo l'argomento risibile: se guidi correttamente nessuno ti toglie i punti e guidare a lungo non può significare poter violare il codice più degli altri. Sarebbe come dire, mi si permetta il paragone, che ad un cassiere di una banca si deve permettere di rubare più che a tutti gli altri perché è contatto con i soldi tutto il giorno. Il discorso vale a maggior ragione per noi che ben sappiamo quali devastanti effetti abbia sulla vita e sulla salute delle persone guidare in modo non corretto.
Un saluto, Avv. Roberto Avanzi

 

PER CORTESIA RIMANIAMO NEL TEMA DEL SITO " IL SOCCORSO NEI VARI ASPETTI" NON POSSIAMO E VOGLIAMO PERDERCI NEI MEANDRI DELLA LEGGE E LE SUE VARIE SFACCETTATURE GRAZIE IL WEBMASTER

 

*************