Via San Francesco - San Vincenzo LI 

 TEL/FAX 0565-70.51.11       TEL. URGENZE MEDICHE 0565-70.50.50

Servizio D.E.U. 118 - Assistenza manifestazioni sportive - Onoranze funebri - Protezione civile- Servizio antincendio boschivo

 

 

 

Nell'archivio diocesano esiste il decreto di istituzione firmato il 19 Dicembre 1880 da frate Giuseppe Morteo dell'ordine dei Cappuccini, Vescovo di Massa e Populonia, con allegato lo statuto formato da 60 articoli e redatto sul modello nazionale comune a tutte le Confraternite.        

Atto d'Istituzione della Misericordia

di San Vincenzo

Frat.Giuseppe Morteo dell'ordine sei Cappuccini di San Francesco, per grazia di Dio e della Sede Apostolica di Massa e Populonia. Conciossiacchè l'uomo non viva di solo pane ma di qualunque cosa che Dio comandi, asserviamo a singolar grazia del cielo che molti fedeli della Vice-Curia di San Vincenzo abbiano determinato non solo di onorare in ogni miglior modo possibile il Santissimo Sacramento dell'altare, ma anche di trasportare alla sepoltura e di suffragare le anime dei defunti. E mentre incomiamo questi piissimi proponimenti dei prefati nostri figli in Cristo, Ci richiamo a dovere di facilitarne e al possibile perpetuarne l'effettuazione a norma dei sacri canoni. Onde appagando i religiosi desideri manifestati per mezzo do soscrizioni dalle prelodate pie persone d'ambo i sessi; con la nostra autorità ordinaria istituiamo e erigiamo in perpetuo nella Chiesa della prefata Vice-Curia, la Confraternita del SS. Sacramento, con tutti i privilegi, prerogative e piena partecipazione delle indulgenze connesse dai sommi Pontefici alle Confraternite di tale indole e norme. I fratelli di detta Confraternita così istituita ed eretta potranno eleggere officiali e fare statuti per retto governo e prospero incremento del pio sodalizio, con questo però che tali elezioni e statuti non abbiano efficacia senza l'approvazione e conferma dell'Ordinario Pro-Tempore e purché restino saldi ed illesi i diritti parrocchiali ed episcopali. In fede. Dato dall'Episcopio da Massa Marittima.

Addì 19 Agosto 1880

Fr. Giuseppe Vescovo di Massa e Populonia
 

 

Un nuovo statuto venne adottato nel 1908 e allo stesso saranno apportate nel corso dei decenni ulteriori modifiche per renderlo più adeguato ai tempi. Purtroppo la stragrande maggioranza, per non dire la totalità, dei documenti dell'archivio della Confraternita, è andata perduta durante l'ultima guerra. Dopo i primi anni di autentico pionierismo, l'associazione, nata per il trasporto dei morti, aveva allargato i propri compiti al soccorso dei feriti e dei malati. Il 27 Dicembre 1908 il canonico prof. Vincenzo Paoli, in rappresentanza del Vescovo, benedirà il carro-lettiga ed il carro funebre della "Venerabile" che da qual giorno si trasformerà in "Confraternita del SS. Sacramento e di Misericordia" la denominazione che conserva ai nostri giorni anche se viene chiamata semplicemente "Misericordia".

Nel 1955 venne acquistata la prima autoambulanza sostenendo sacrifici non indifferenti, considerate le modeste possibilità dell'associazione. Nel 1971 venne acquistata una seconda ambulanza rendendo così più sicuro il soccorso in favore della comunità. Nel 1983 viene istituito il gruppo di protezione civile inserito nella colonna di Livorno delle Misericordie.                            

Confratelli di San Vincenzo hanno partecipato a tutte le più importanti operazioni di soccorso: Terremoto Irpinia - Terremoto Friuli - Motonave Moby Prince - Alluvione del Piemonte - Emergenza in Versilia - Incendio  colline livornesi - Emergenza a Cesenatico - Alluvione di Crotone - Aiuti alle popolazioni dell'ex Jugoslavia - Terremoto Umbria-Marche - Aiuti alle popolazioni dell'Albania.Per lo spirito di fratellanza che accomuna tutte le "Misericordie", è stata donata un'ambulanza Fiat ducato ad una consorella di Cuba.

Oggigiorno il parco macchine, sempre efficientissimo consta di tre ambulanze allestite come centro mobile di rianimazione, due ambulanze per il trasporto ordinario, un'automedica, una roulotte, un carrello tenda, un carro per il recupero delle salme, un Toyota 4 wd attrezzato con Tsk e cisterna da 400 l. per il servizio antincendio, una Fiat campagnola per il soccorso in zone accidentate e due autofunebri.

antincendio boschivo

La Misericordia di San Vincenzo garantisce il servizio di Primo soccorso h 24 365 giorni l'anno, garantendo anche l'ambulanza per il servizio D.E.U. e la presenza di un medico privato durante tutto il periodo estivo.

In progetto la formazione di un gruppo-nautico per il soccorso dei bagnanti, numerosi nel periodo estivo.
 

Il 15 Agosto 1999 esce in servizio il primo equipaggio di sole donne, Lara Rugi detta Patonza e Elisa Bertolotti.

La Miserricordia di San Vincenzo può contare su 60 Confratelli che prestano servizio attivo e 1.400 nuclei familiari associati su una popolazione di 7.000 abitanti.

Per mantenersi allenati i confratelli partecipano a tutte le esercitazioni organizzate ed ai corsi di aggiornamento periodici.
 
svinc05.JPG (30745 byte) svinc08.JPG (19283 byte) svinc06.JPG (19518 byte)

Nel periodo estivo vengono ospitati confratelli e volontari di altre associazioni per rinforzare la presenza che deve far fronte ad un aumento della popolazione fino alle 30.000 unità.

svinc04.JPG (15155 byte)

In un futuro prossimo si costruirà una nuova sede più ampia per poter ospitare tutto il parco macchine e i vari servizi dell'associazione.
svinc09.JPG (23044 byte)

Nel 2000 la Misericordia di San Vincenzo festeggerà i suoi primi 120 anni.

Da questo anno l'ambulanza è dotata di defibrillatore automatico, utilizzato dai volontari che hanno superato un corso di formazione

Non ultimo da ricordare il servizio di onoranze funebri gestito dall'associazione

svinc02.JPG (14750 byte) svinc03.JPG (16226 byte)

 Esercitazione "SAN VINCENZO 2004"